Incidente di caccia, muore a 34 anni: indagato il fratello

La tragedia in un’area montuosa tra Campania e Basilicata durante una battuta al cinghiale, indagato il fratello minore per omicidio colposo

Tragico incidente di caccia a Sala Consilina, tra Campania e Basilicata: perde la vita un 34enne, il fratello indagato per omicidio colposo.

Il dramma s’è verificato nel pomeriggio di ieri, in un’area montuosa dove l’uomo, insieme al fratello ed altre persone, era impegnato in una battuta al cinghiale.

Stando alle prime ricostruzioni, il 34enne s’era appostato dietro un cespuglio, mentre gli altri compagni stavano braccando un cinghiale. Uno dei colpi esplosi, invece che raggiungere l’animale, ha colpito il cacciatore, uccidendolo. Vani i tentativi di soccorso, i pallettoni non hanno lasciato scampo al 34enne. A rendere ancora più drammatica nella tragedia è stato ancora un altro particolare. Quei colpi, infatti, sarebbero stati esplosi dal fratello, un 25enne che adesso è sotto choc e risulta indagato, come riporta La Città di Salerno, per omicidio colposo.

Il corpo del cacciatore è stato trasferito presso la sala mortuaria dell’ospedale di Polla, in attesa delle decisioni della magistratura che dovrà stabilire se far eseguire o meno l’autopsia sulla salma di Pietro Pica, che lascia la moglie e tre figli piccoli.

 

 

fonte…qui

loading...