Altri 400 corpi trovati nelle fosse comuni dell’Isis in Iraq

Era una base militare. L’hanno trasformata nel teatro delle cruente esecuzioni

Prima che l’Isis prendesse d’impeto d’Iraq, occupandone gran parte della zona settentrionale nel giro di pochi giorni, ad Hawija c’era una base militare, situata a circa 340 km a nord di Baghdad.

Un posto militare che, quando la città è caduta sotto il dominio dei jihadisti, è cambiato drasticamente, trasformato nel luogo delle cruente esecuzioni.

Sono molte le fosse comuni trovate ora nella zona, con l’aiuto dei testimoni della barbarie. E 400 sono i cadaveri che sono spuntati dal suolo dopo che le truppe governative a ottobre hanno ripreso il controllo della città. Una scoperta drammatica, ma con il primo caso del genere. Sono molti luoghi di sepoltura di questo tipo trovati dopo la disfatta dello Stato islamico, con i corpi ammassati l’uno sull’altro.

A Tikrit, nel 2015, a migliaia i cadaveri dei soldati iracheni caduti nel tentativo di arginare l’avanzata delle bandiere nere erano spuntati dal suolo, in macabre immagini (guarda la gallery) catturate dalle agenzie stampa internazionali.

 

fonte…qui

loading...